Tag Archives: spikelee

Perché Spike Lee ha letto Calvino

(ma l’ha letto male)

Miracolo a Sant’Anna è nella filmografia di Spike Lee un film atipico. Ambientato in Italia durante la Resistenza, il film racconta le vicende intorno all’eccidio di Sant’Anna di Stazzema dal punto di vista di una truppa alleata afro-americana. In soldoni, è un film di guerra. Più precisamente, un film su vicende specifiche della seconda guerra mondiale. C’è specificità negli eventi narrati (l’eccidio di Sant’Anna, appunto, un avvenimento drammatico ma marginale) e c’è specificità nella focalizzazione degli eventi (il punto di vista è quello di una truppa afro-americana). Siamo di fronte alla piccola storia nella grande storia. Miracolo a Sant’Anna è anche un flop commerciale: costato 45 milioni di dollari non ne ha incassati neanche un terzo in tutto il mondo. E forse per questo è più interessante.

Come consuetudine nella filmografia di Lee, la pellicola denuncia più o meno elegantemente la condizione degli afro-americani negli Stati Uniti, in questo caso bistrattati e ghettizzati nel quotidiano come nella guerra.

Cosa c’entra Calvino? Continue reading

Advertisements