Tag Archives: houseofcards

Il paradosso di Farnsworth

In un episodio di Futurama1 il prof. Farnsworth inventa una serie di scatole contenenti ciascuna un universo parallelo. Dei tanti universi che il prof. scopre ce n’è uno identico in tutto e per tutto al proprio salvo che per piccole differenze estetiche e cromatiche. Ogni personaggio del primo universo (chiamato nella puntata ‘Universo A’) ha un corrispettivo nel secondo (chiamato invece ‘Universo 1’, per non essere da meno). Precisazione non trascurabile, per passare da un universo all’altro bisogna saltare nelle rispettive scatole.

I due prof. Farnsworth sono quindi in possesso dei reciproci universi, in formato scatola, e decidono di comune accordo di scambiarsele, diciamo così, come misura cautelare.

Lo scambio ha dell’inenarrabile, ma se avete visto la puntata non farete difficoltà a seguirmi. Ognuno infila il braccio nella scatola contenente l’universo altrui, quindi – con il braccio ormai nell’altro universo – afferra la scatola del proprio e la tira via, riportando la scatola contenente il proprio universo, per l’appunto, nel proprio universo.

Il paradosso è evidente. I due universi prima si contengono reciprocamente, si intersecano in un non luogo al di fuori della logica, e quindi si separano, senza però essersi mai incontrati. Ciò che rimane è la vertigine del paradosso, il brivido della sfida alla logica vinta con la risata e la sensazione di aver assistito a una delle puntate di Futurama più brillanti di sempre.

Dove voglio arrivare? Io credo che per serie come House of Cards e True Detective succeda lo stesso. I due universi sono televisione e cinema. E lo stesso è pure il brivido, la vertigine, la consapevolezza di essere di fronte a una compenetrazione di universi che non si incontrano, ma si comprendono a vicenda, si scambiano l’un l’altro qualità e spessore e saltano l’uno al posto dell’altro, poi l’uno nell’altro, ma tutto alla fine rimane lo stesso. Ogni universo rimane distinto.

Eppure uno scambio c’è stato.

1. The Farnsworth Paradox, S04E10